La nostra storia

Era un giorno di primavera quel 19 aprile 1971!

Quel lunedì mattina i Soci Fondatori si riunirono per la prima volta dando luogo al nostro primo consiglio societario. Eravamo tutti piccoli produttori vinicoli, intenti a preservare i vitigni che avevamo ereditato dai nostri padri e dai nostri nonni. Già all’epoca ci ergevamo a custodi delle produzioni autoctone, in un tempo in cui molte cantine perseguivano altri obiettivi inseguendo facili mode. L’unica cosa che avevamo in dotazione erano i nostri vitigni! All’epoca i Consigli si tenevano nel Palazzo Comunale, in quanto non avevamo ancora acquistato il terreno su cui costruire la sede.

Oggi ricordiamo con affettuosa nostalgia quei gloriosi C.d.A! I componenti si riunivano nelle sale del Municipio di Ari, il piccolo paese abruzzese situato al centro di una terra con una fortissima e radicata vocazione vitivinicola. Sapevamo che, unendo le nostre forze, avremmo avuto a disposizione anche tutte le nostre competenze, che altrimenti sarebbero rimaste disgregate e si sarebbero disperse. Abbiamo trasformato le problematiche iniziali in produzioni vitivinicole di assoluta eccellenza, che da anni riversiamo nelle nostre bottiglie che contengono esclusivamente una cosa soltanto: vino! Una collezione di vini che sono l’estratto del frutto della terra e della nostra arte di produttori radicati sul territorio, paladini della Qualità e della Tradizione che profuma di impegno, di determinazione e di perseveranza. Sono le tre leve che mossero ed animarono quel piccolo gruppo di Soci Fondatori, che diedero vita alla Cantina Sociale di Ari, scrivendo una pagina bellissima dell’emozionante storia del vino d’Abruzzo.

Alla fine del primo anno potevamo contare sull’aiuto appassionato e professionale di 181 soci iscritti.  Era il 26 novembre 1971. Il sogno era diventato realtà!   

Sono passati quasi cinquant’anni.

Oggi la cantina consta di 278 soci. Anche i 38 soci che non conferiscono più le loro uve, arricchiscono la nostra Cantina con la loro esperienza enologica, che li rende capaci di guardare il vino negli occhi. L’ultimo socio è stato iscritto quest’anno!

E’ proprio vero che Concordia parvae res crescunt!

Numeri di..vini!


La cantina si sviluppa i 14.000 mq, 278 soci iscritti, 240 soci conferitori. La superficie vitata è pari a 600 ettari e la media di uve lavorate è di 120.000 quintali annui. La capienza totale della cantina è di 75.000 ettolitri.

Già nel 1971 privilegiavamo produzioni che mettessero in risalto la naturalità del vino, Oggi la Cantina Sociale di Ari ha aderito a progetti per la sostenibilità ambientale, sia per quanto riguarda l’Agricoltura Biologica sia per l’impegno profuso nella cosiddetta “difesa integrata”. La nostra produzione biologica esprime un quantitativo di circa 30.000 ettolitri annui. A breve comunicheremo i dati della produzione proveniente dalla “difesa integrata”! Siamo stati tra i primi ad aderire a questo protocollo, a difesa della qualità e della purezza del vino, recependo una disposizione delle Politiche Agricole Europee pubblicata all’alba del 2017!